Mutui ipotecari casa, lo stimolo alla ripresa

Condividi ...

Le banche purtroppo hanno avuto un ruolo attivo nella crisi venuta alla luce nel 2008, di cui sentiamo ancora le conseguenze, i mutui ipotecari casa furono proprio la causa scatenante. Le banche USA prima di tutte, con la cartolarizzazione dei mutui ipotecari casa, concessi da molti istituti americani anche a chi non aveva i requisiti per ottenerli. Concessi molto allegramente a chi aveva un lavoro precario e una situazione economica instabile.

A queste persone, ed erano milioni furono concessi crediti addirittura superiori al valore dell’immobile, per il quale si richiedeva il prestito. Così è scoppiata la bolla dei sub-prime, quei mutui ipotecari casa che hanno fatto saltare il banco dell’economia mondiale, con perdite inimmaginabili precipitando l’economia globale nel caos.

Ovviamente ora le cose sono diverse sia negli USA sia in Italia ed Europa, le banche europee sono oggi più solide e garantite da un sistema di protezione bancaria offerta dalla BCE. Occorre dire anche che la situazione riguardante i mutui oggi è molto differente rispetto agli anni scorsi, ora le banche dopo un periodo di chiusura stanno ritornando a erogare credito per l’acquisto della casa.

Il settore edile torna a timidamente a crescere

L’incertezza causata dalla crisi economica e dalla chiusura del credito bancario, ha provocato una caduta della domanda nel settore edile, per cui l’effetto collaterale non poteva che essere depressivo. Prezzi in discesa e svalutazione degli immobili pagati 200mila Euro fino all’ottobre 2008, che poco mesi dopo perdevano anche fino al 50% del valore complessivo.

Le cose stanno mutando, come anche la modalità di acquisto di una nuova casa o appartamento, infatti, negli ultimi due anni il settore turistico ha sostenuto una domanda in crescita. L’esplosione degli affitti turistici ha dato un grande impulso al settore edile, che, di fatto, ha prodotto un incremento dei mutui ipotecari casa. Siamo di fronte quindi a un nuovo fenomeno, la casa come investimento ma anche come rendita, specie nelle città turistiche quali possono essere Venezia e la vicina Mestre, ma anche Roma, Firenze, ecc … Queste città hanno registrato significativi aumenti nelle vendite immobiliari, soprattutto in quelle aree turisticamente appetibili o comunque strategiche per il turismo.

La casa bene primario di tutela familiare

È sempre stato considerato un bene rifugio, oggi oltre a questa prospettiva di garanzia la casa diventa anche uno strumento di rendita, per cui le banche oggi concedono più favorevolmente i mutui ipotecari casa.

È cambiato dunque l’interesse per l’immobile, che non è più solo finalizzato all’uso dello stesso e come mezzo d’investimento a lungo termine. Grazie alla fortissima domanda supportata da grandi player del settore turistico come Airbnb, la casa o appartamento oggi sono considerati “sistemi” di rendita.

Stando alle ultime stime del 2017, il settore bancario ha supportato l’acquisto casa con ottime percentuali di crescita, stessa cosa succederà anche nel 2018, con ulteriori incrementi che ridaranno fiato al settore immobiliare. Non resta quindi che cogliere questa nuova ventata di crescita e farla diventare permanente espandendola ad altri settori strategici per l’economia.

Hai trovato utile o interessante questo articolo? Condividilo con i tuoi amici e aiuta anche loro!

Lascia un commento