ETF:cosa sono e come investire? Guida completa

Share on facebook
Share on pinterest
Share on linkedin
Share on telegram
Share on whatsapp
Share on email
etf

Il termine ETF è spesso abusato, tuttavia, si tratta di una delle possibilità di investimento più interessanti e più alla portata di tutti, anche dei “comuni mortali”. Infatti, con gli ETF non è necessario avere dei capitali importanti per iniziare ad investire e, oggigiorno, questi strumenti finanziari sono presenti su numerose piattaforme a cui hai accesso in maniera del tutto gratuita.


Se vuoi scoprire cosa sono gli ETF e come investire su di loro, abbiamo pensato ad una guida che possa spiegarti passo dopo passo come fare. Vediamo di che cosa si tratta.

Che cos’è un ETF?

Un exchange traded fund (ETF) è un tipo di titolo che replica un indice, un settore, una merce o un altro bene, ma che può essere acquistato o venduto in borsa allo stesso modo di un normale titolo.

Questo strumento può essere strutturato per tracciare qualsiasi cosa, da un singolo titolo ad un numero superiore di azioni. Inoltre, gli ETF possono essere realizzati anche per seguire delle specifiche strategie di investimento. Un esempio noto è l’SPDR S&P 500 ETF (SPY), che replica l’indice S&P 500.

Come avrai potuto capire, quindi, gli ETF possono essere rappresentativi di numerosi investimenti come azioni, materie prime, obbligazioni oppure una combinazione di questi. Un ETF è un titolo negoziabile che gli consente di essere acquistato e venduto in totale facilità.

Un ETF è chiamato exchange traded fund perché è negoziato in borsa proprio come lo sono le azioni. Il prezzo delle azioni di un ETF cambierà durante la giornata di negoziazione man mano che le azioni vengono acquistate e vendute sul mercato.

Si tratta, però, di uno strumento ben diverso dai fondi comuni di investimento che non sono scambiati in borsa e scambiano solamente una volta al giorno dopo la chiusura dei mercati. Inoltre, gli ETF sono anche più convenienti in termini di commissioni e più liquidi.

Come iniziare ad investire in ETF

Con una molteplicità di piattaforme disponibili per i trader, investire in ETF è diventato abbastanza facile. Vediamo come fare per investire in ETF nelle prossime righe.

La prima cosa da fare è quella di trovare una piattaforma che ti consenta di investire in ETF. Alcune delle piattaforme in circolazione offrono delle condizioni di trading senza commissioni. Ciò significa che potrai effettuare acquisti e vendite di ETF senza pagare percentuali di commissioni.

Ovviamente, la mancanza di commissioni non è totale. Alcune aree oppure alcuni servizi potrebbero prevederle.

Oggigiorno troverai anche numerose app che ti consentono di acquistare ETF di azioni o di materie prime con un semplice click. Non è il caso di tutti i broker che potrebbero richiedere dei passaggi più complessi.

Inoltre, è importante che tu sappia che alcune di queste piattaforme offrono anche dei contenuti educazionali per poterti formare prima di investire su qualsiasi strumento finanziario tu voglia, ETF compresi.

Il secondo passaggio più importante per investire in ETF è effettuare una ricerca. Devi sapere che sui mercati è disponibile una vasta scelta di ETF e non tutti sono uguali.

Dovrai considerare l’intero quadro, in termini di settore o industria, quando decidi di investire su uno specifico ETF.

Il passo finale è prendere in considerazione una vera e propria strategia di trading. Se sei un investitore principiante, potresti pensare di investire qualche centinaio di euro in maniera costante nel corso del tempo. In questa maniera, imparerai ad avere un approccio disciplinato al mondo della finanza.

Se sei un investitore più navigato, puoi passare a strategie più sofisticate come lo swing trading.

Tipi di ETF

Esistono vari tipi di ETF che possono essere utilizzati per generare reddito, speculazioni. Vediamo quali sono i più importanti.

ETF obbligazionari

Gli ETF obbligazionari vengono utilizzati per fornire reddito regolare agli investitori. La distribuzione del reddito dipende dalle performance delle obbligazioni sottostanti che possono includere titoli di stato, obbligazioni societarie e statali.

ETF azionari

Gli ETF azionari comprendono un paniere di azioni per tracciare un singolo settore. In questo caso, si ottiene un’esposizione diversificata su un unico settore che include aziende con un buon potenziale e alte prestazioni. 

ETF su materie prime

Come indica il loro nome, gli ETF sulle materie prime investono in materie prime, inclusi petrolio greggio o oro. Ci sono numerosi vantaggi in questi termini. Innanzitutto, si può accedere alla diversificazione e ammortizzare le perdite durante un crisi del mercato azionario. Inoltre, detenere ETF su materie prime è più economico che essere in possesso della merce fisica. 

ETF valutari Gli ETF valutari sono veicoli di investimento in pool che tracciano la performance di coppie di valute. Sono degli strumenti adeguati per speculare sui prezzi delle valute oppure per diversificare il proprio portafoglio. Recentemente si è diffuso anche un ETF su Bitcoin.

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest
La tua banca

La tua banca

LaTuaBanca si pone oggi, come nuovo punto di riferimento per quanti cercano soluzioni e servizi di qualità, nel sito si possono trovare le migliori offerte proposte dai grandi player del settore.

Lascia un commento

La tua banca

Categorie:

Articoli più popolari: