Cosa sono i BTP e quali sono i vantaggi di investire?

Share on facebook
Share on pinterest
Share on linkedin
Share on telegram
Share on whatsapp
Share on email
Cosa sono i BTP

Cosa sono i BTP e perché potrebbero essere una delle migliori opportunità d’investimento per piccoli e medi investitori? Abbiamo deciso di approfondire il tema relativo ai BTP andando ad analizzare cosa sono, come vengono emessi nel mercato e come possono essere acquistati e venduti da parte dei privati.

Nel prosieguo di questa guida, inoltre, scoprirai quali sono i BTP migliori su cui conviene investire e i vantaggi e rischi di affidarsi ad uno strumento finanziario di questo tipo.

Continua a leggere la guida su cosa sono i BTP per rendere il tuo investimento quanto più consapevole possibile.

Cosa sono i BTP?

I BTp o Buoni del Tesoro poliennali sono titoli di stato italiani, emessi con scadenza superiore all’anno. Si tratta di bond statali che possono presentare una cedola fissa oppure variabile.

Il processo per emettere i BTP è semplice ma deve essere compreso al meglio prima di investire. Il Tesoro li emette all’asta ad un prezzo che è determinato dall’incontro dell’offerta con la domanda.

Le emissioni di questi titoli possono avvenire alla pari, sopra la pari oppure sotto la pari. Nel primo caso, i BTP saranno proposti ad un prezzo pari a quello del rimborso alla scadenza; nel caso in cui si tratti di un BTP emesso sopra la pari, l’investitore lo acquisterà ad un prezzo superiore rispetto al rimborso alla scadenza; i BTP sotto la pari saranno acquistati ad un prezzo inferiore.

Un altro aspetto importante dei BTP è la cedola che come abbiamo anticipato può essere variabile oppure fissa. Con la cedola fissa, l’investitore conosce il tasso offerto su base annua dal titolo fino alla sua scadenza.

Cosa sono i BTP
Cosa sono i BTP

Invece, la cedola è variabile quando aumenta o diminuisce sulla base dell’indice al quale viene agganciata. Generalmente, i BTP a cedola variabile sono legati all’inflazione e offrono una cedola minima garantita a cui si somma l’inflazione del periodo di riferimento.

Quindi, quando i BTP vengono emessi possono essere negoziati sul Mercato Obbligazionario Telematico in cui possono essere acquistati e venduti da parte dei privati.

In linea generale, i BTP sono sottoposti ad una tassazione del 12,50%. Ecco perché a parità di rendimento e di scadenza, i BTP rappresentano degli strumenti finanziari più convenienti rispetto agli altri bond. Inoltre, sono dei titoli praticamente a rischio zero.

Quando si acquistano i BTP, la tassazione non è l’unico costo a cui si va incontro. Infatti, si dovrà considerare anche la mediazione con un intermediario finanziario a cui dovrà essere pagata una certa percentuale di commissione. Inoltre, il privato dovrà aprire anche un conto titoli che comporta il pagamento di un’imposta di bollo.

Tipologie di BTP: Il BTP trentennale

Probabilmente, uno dei BTP con maggiore rendimento e più appetibile è il BTP trentennale. Se hai deciso di investire in un BTP a trent’anni, devi sapere che hai due alternative a tua disposizione.


Nel primo caso, è disponibile un BTP che scadrà il 1° settembre del 2050 e che consente di accedere ad un guadagno netto del 2,15%. Invece, il secondo BTP a trent’anni scadrà nel 2049 e garantisce un rendimento netto del 2,04%.

Tuttavia, quest’ultimo ha una cedola più alta pari al 3,85% annuo lordo invece del 2,45% del primo di cui abbiamo parlato.

I vantaggi e i rischi dei BTP

Ma quali sono i vantaggi e rischi di investire in uno strumento finanziario come il BTP? Innanzitutto, la scelta di investire in BTP si basa sulle sua capacità di garantire delle cedole costanti ogni sei mesi. Devi sapere che affidandoti a dei BTP potrai garantirti un flusso cedolare costante durante tutto l’anno grazie alle varie scadenze che troverai sul mercato.

Un altro vantaggio da non sottovalutare quando si parla di BTP è che si tratta di strumenti finanziari altamente liquidi.

Quando si parla di BTP è necessario approfondire anche la questione relativa ai rischi di questo strumento finanziario. Uno dei principali fattori a cui dare attenzione è quello legato al mercato e alla sua volatilità. Ovviamente, considerando l’intervallo di tempo che incorre tra il momento dell’acquisto e la sua scadenza.

Ovviamente, i rischi di discesa del valore dei BTP aumentare all’aumentare della sua durata. Ecco perché è consigliato scegliere dei titoli di Stato a tasso variabile quando si ha un’ottica di investimento di così lungo termine. E’ importante sapere anche che una riduzione dei tassi permette un aumento del prezzo del BTP, così come un aumento dei tassi ne riduce il prezzo.

Un altro vantaggio del BTP è che a mitigare i rischi dell’investimento è la presenza della garanzia del rimborso del valore nominale del titolo al momento della scadenza.

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest
La tua banca

La tua banca

LaTuaBanca si pone oggi, come nuovo punto di riferimento per quanti cercano soluzioni e servizi di qualità, nel sito si possono trovare le migliori offerte proposte dai grandi player del settore.

Lascia un commento

La tua banca

Categorie:

Articoli più popolari: